Actualités de l’association

Visite-évènement : le Musée d’archéologie nationale – Domaine de Saint-Germain-en-Laye // Samedi 14 décembre 2019

Presentazione dell’AmEfr a Roma, 5 giugno 2019

Il 5 giugno si è tenuta a Roma la presentazione dell’associazione degli Amici dell’Ecole française de Rome (AmEfr) in presenza della direttrice, Catherine Virlouvet, e di tre membri del comitato esecutivo dell’AmEfr, Francesca Aceto, Catherine Brice (vice-presidente), Chloé Demonet (presidente).

Dopo la creazione dell’associazione, la presentazione degli statuti e l’elezione del comitato esecutivo, avvenute a Parigi presso il Collège de France e l’ENS, ci è sembrato particolarmente importante presentare gli scopi e le iniziative dell’associazione anche in Italia e soprattutto a Roma. Il pubblico dei presenti, composto da ex-borsisti, professori, studiosi e sostenitori dell’EFR è stato accolto da un’introduzione della direttrice dell’EFR, che ringraziamo per il sostegno e per l’accoglienza.

È stata la direttrice infatti – come ricordato a più riprese dalla presidente dell’AmEfr – a dare l’impulso decisivo alla creazione di quest’associazione che nasce a partire dai forti legami umani e professionali stretti durante « l’esperienza EFR ». Esiste infatti una vera e propria comunità informale di borsisti e di membri dell’Ecole, nata durante la permanenza a Roma e cresciuta in seguito a seconda delle affinità personali e professionali di ciascuno. Inoltre, l’EFR, come sappiamo, favorisce le opportunità di incontro e le relazioni italo-francesi anche grazie ai convegni, agli scavi, all’attività editoriale e alla biblioteca. La biblioteca rappresenta, in particolare, un luogo ideale d’incontro per tutti i « frequentatori » dell’EFR, studenti, studiosi e lettori che, oltrepassando lo splendido portone di palazzo Farnese, non possono che provare un sentimento di privilegio e di appartenenza .

La creazione dell’associazione mira quindi a rafforzare questo sentimento di appartenenza e ad alimentare una solida rete di persone e di competenze creata durante gli studi all’EFR, grazie alla creazione di una comunità nella quale possano entrare a far parte tutti coloro che hanno frequentato l’EFR e che si interessano alla sua storia e al suo futuro. Per questa ragione, abbiamo deciso di non proporvi una semplice associazione di alumni ma, adottando una prospettiva più ampia e inclusiva, vi proponiamo un’associazione di amici. Essa intende alimentare una rete che di fatto già esiste e ampliarla grazie all’organizzazione di eventi e di momenti conviviali al di là del contesto strettamente accademico al fine di promuovere idee e progetti comuni nell’ambito della valorizzazione delle Scienze umane e sociali, in una prospettiva di amicizia italo-francese . L’AmEfr mira infatti a integrare “profili diversi » e non necessariamente academici:  borsisti con percorsi particolari, studenti e studiosi che hanno scavato o lavorato per l’Ecole  o  semplicemente  i sostenitori della Scuola e della sua azione. Da oggi è possibile aderire all’AmEfr online tramite il nostro sito internet. Speriamo di crescere rapidamente grazie anche a delle presentazioni come quella di Roma. Abbiamo già identificato gli obiettivi e le modalità con le quali intendiamo animare questa comunità, sostenere e valorizzare l’Ecole. I diversi tipi di attività che pensiamo di promuovere per far vivere l’associazione sono di carattere informativo, divulgativo, patrimoniale, ma anche sociale e conviviale.

Proporremo regolarmente una campagna d’informazione sulle attualità dell’EFR, dei suoi partner e, più in generale, sul paesaggio storico, archeologico e culturale italo-francese grazie ai social network (facebook, linkedin, istagram) e al sito internet. Più specificamente, l’associazione promuoverà delle iniziative di interesse scientifico e culturale: presentazioni di pubblicazioni recenti, dibattiti e conferenze su problematiche comuni tra Francia e Italia. Il patrimonio e la storia dell’EFR verranno valorizzati sia all’interno della comunità dell’AmEFR che presso un pubblico più ampio, tramite attività di divulgazione scientifica e visite guidate. Inoltre, l’AmEfr si propone di realizzare un annuario dei membri dell’associazione al fine di favorire la creazione di una rete di persone, di conoscenze e di competenze attiva ben al di là della comunità strettamente scientifica e universitaria. I membri dell’AmEFR avranno anche dei «privilegi », come per esempio delle visite guidate in luoghi d’eccezione (musei, mostre, scavi) e degli sconti per l’acquisto di pubblicazioni.

Più specificamente, l’incontro del 5 giugno ha permesso di presentare degli obiettivi importanti per la nostra associazione.La prima consiste nel far conoscere la ricerca storica che si fa all’Ecole, e negli ambienti legati all’EFR, destinata soprattutto a un pubblico universitario. Il network dell’AmEfr può, con l’aiuto dei suoi membri, proporre una “veille” storiografica sulle nuove tendenze e sulle nuove piste di ricerca, grazie alla valorizzazione degli studi svolti all’EFR e alla promozione delle attività e delle pubblicazioni dei suoi membri. Si potrebbe anche pensare di organizzare degli incontri e dei dibattiti sull’attualità italo-francese ed europea, basati su lavori scientifici. Ma siamo anche convinti della necessità di divulgare la storia “attuale”, cioè quella “che stiamo facendo attualmente” in direzione di pubblici più ampi. Si tratta sempre di più di una responsabilità civile dello storico. Questa attività di divulgazione si appoggerà sulle ricerche svolte all’Ecole e si potrebbe immaginare che l’AmEfr possa diventare in futuro anche un luogo di incontro tra storici e amateurs della storia. Torniamo così allo scopo principale di questa associazione, quello di non essere un semplice gruppo di alumni.

La seconda pista sta nel far conoscere la storia dell’Ecole, dell’Istituzione, ma in modo diverso. Nel 2025, l’EFR compirà il suo 150° anniversario. Sono già previste delle iniziative istituzionali, ma l’AmEfr potrebbe proporre una “co-costruzione” della storia dell’Ecole, insieme ai membri, ai borsisti, ai visitatori, al personale amministrativo, alle persone che hanno scavato nei siti dell’EFR…che potrebbero fornire una visione meno istituzionale, più “bottom up” dell’EFR, con un’attenzione più spiccata per gli “attori” (tutti gli “attori”) e per i lavori svolti nell’ambito della Scuola.

Poi, amicizia vuol dire anche stare insieme, trascorrere dei bei momenti insieme. Scoprire cose nuove insieme appoggiandosi sull’expertise e sulle conoscenze di noi stessi, dei membri dell’AmEfr. Ovviamente, delle visite organizzate per noi con i migliori cultori dei posti visitati costituisce già un primo passo importante. Le possibilità sono numerose: gli scavi dell’EFR-CJB con le eccezionali scoperte di Cumes, oppure le cantine di Piazza Navona o l’organizzazione di visite di mostre che riguardano gli ambiti di competenza dell’Ecole, sia in Italia che in Francia.

E per concludere questo programma, diciamo che gli amici, in generale, si danno una mano. La rete dell’AmEfr può aiutare i suoi membri a conoscersi, a informarsi, e questo è importante sia per i più giovani (borsisti, membri…) che per i più anziani.

Nel concludere questo primo incontro romano, vi presentiamo le iniziative in programma per il prossimo autunno e qualche idea per il futuro, anche per quanto riguarda i partenariats possibili con altre associazioni e istituzioni scientifiche e culturali in Italia e in Francia .
Uno dei primi appuntamenti importanti si è tenuto giovedì 13 giugno 2019 alla Sorbona.  
L’Académie di Parigi sta organizzando per il prossimo anno Accademico (2019-2020) una “Saison franco-italienne des arts et de la culture” in collaborazione con l’Ambasciata italiana in Francia.  Si tratta di una rassegna di eventi che coinvolgerà università, istituzioni culturali, musei e scuole a partire dalla rentrée di settembre 2019.

La presentazione ufficiale della stagione e delle Istituzioni coinvolte si è svolta alla Sorbonne, alla presenza del Presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati e del Rettore Gilles Pécout.  Erano presenti tutte le istituzioni e le associazioni che si occupano di cultura, educazione, arte e ricerca in una prospettiva franco-italiana e italo-francese.  Crediamo che sia importante prevedere per l’anno prossimo 2019/2020 delle iniziative scientifiche nell’ambito della Saison franco-italiana che possano promuovere le ricerche e le attività svolte negli ambiti di competenza dell’EFR. Tra le azioni più specificamente culturali sarebbe importante organizzare anche qualche iniziativa anche nelle scuole, nei licei francesi in Italia e nelle sezioni internazionali in Italia e in Francia.   

Quanto alle attività già previste per la rentrée, L’AmEfr sarà presente ai Rendez-vous de l’Histoire de Blois (9-13 ottobre 2019) che quest’anno saranno dedicati all’Italia. Sarà l’occasione di presentare l’associazione davanti a un pubblico molto ampio di specialisti e di appassionati di storia.

In autunno, abbiamo già previsto una visita guidata d’eccezione presso il Museo di Archeologia Nazionale de Saint-Germain-en- Laye. La visita delle splendide collezioni del Museo sarà tenuta dal suo Direttore, Hilaire Multon, membro del comitato direttivo dell’AmEfr, che ringraziamo  per la sua disponibilità. Vi terremo al corrente della data e delle modalità di partecipazione.

Aderire all’associazione permetterà inoltre ai membri di ottenere fin da subito il 10% di sconto sull’acquisto delle pubblicazioni dell’EFR (acquisto in libreria).


Ricordiamo infine che l’Amefr è un’associazione laica, apolitica e a fini non lucrativi, ai sensi della legge francese del 1901, e che quindi si tratta di un’associazione a carattere volontario.

Iscriversi è molto semplice. Troverete le modalità sul sito internet :  https://amefr.wordpress.com/

Il sito è attualmente in francese, ma abbiamo già previsto una versione in italiano. Per quanto riguarda la comunicazione degli eventi e della attività dell’associazione, ci serviremo essenzialmente del sito internet, di linkedin e apriremo presto una pagina facebook. Abbiamo previsto di rivedere anche il logo attuale dell’Amefr che è stato approvato in via provvisoria.

La presentazione si è conclusa con uno scambio col pubblico, che si deve ringraziare per le domande e proposte.

Annonce de la création de l’AmEfr

Nous remercions La Renaissance française d’avoir relayé, sur son site internet, l’annonce de la création de l’AmEfr:

http://larenaissancefrancaise.org/ITALIE-L-association-des-Amis-de-l-Ecole-francaise-de-Rome

Présentation de l’Association des Amis de l’EFR à Rome

Après les réunions organisées à Paris en novembre 2018 pour le lancement du projet et en mars 2019 pour l’assemblée générale constituante, l’association des Amis de l’École française de Rome sera présentée en Italie le 5 juin 2019.

La présentation se tiendra à l’EFR, piazza Navona 62 à Rome, le 5 juin 2019 à 18h, en présence de Catherine Virlouvet, directrice de l’EFR, Chloé Demonet, présidente de l’AmEfr, Catherine Brice, vice-présidente de l’AmEfr, Francesca Aceto, membre du bureau de l’AmEfr.

Créer un nouveau site sur WordPress.com
Commencer
%d blogueurs aiment cette page :
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close